“se non sei parte della soluzione, sei parte del problema” Eldridge Cleaver

Mentre tornavo di corsa dal lavoro, a circa 35 gradi sotto il sole, riflettevo sui fornitori e sul concetto allargato di fornitore in cui tutti noi rientriamo avendo clienti da soddisfare. Oggi chiedo ad un fornitore di stimare quanta gente vuole mettere per svolgere un lavoro che gli verrà pagato a giornate, quindi senza rischi per lui.
Mi risponde che deve vedere e che alcune parti del lavoro possono avere imprevisti, che ci son decine di cose da fare e che se alcune sono più lente del previsto, ed altre più veloci, il mix non è prevedibile, e che…. Stop!
Gli ho detto: “se avessi bisogno di un taxi per l’aeroporto e tu fossi il taxista, avrei perso l’aereo senza nemmeno salire sulla tua auto”.
Se n’è andato dicendo che lunedì mi farà sapere.
Riflettevo quindi sul fatto che, come dice Fabrizio Albino Russo, esistono 2 categorie di fornitori, quelli che creano problemi e quelli che li risolvono, e che questo aspetto e’ gia noto come dice la frase famosa che vi propongo oggi. Tutte le volte che facciamo qualcosa che non risolve i problemi dei nostri clienti, interni o esterni poco conta, rientriamo nel gruppo di quelli che i problemi li creano. A quel punto non serve un sondaggio per capire che stiamo facendo male.
Poi ho provato ad immedesimarmi nel fornitore, non il taxista, l’altro, e mi sono reso conto di quanto difficile possa essere gestire uno scenario complesso lavorando sui dettagli, non tutti, solo quelli che ha il tempo di controllare in base all’ordine in cui gli si presentano agli occhi. Eppure un Problem Solver questa cosa la conosce già prima di incominciare e sa anche che, prima di scendere nei dettagli, deve comprendere lo scenario nel suo complesso. Solo allora si concentrerà sui dettagli significativi, i cosiddetti “vital few” senza perdere il controllo di tutto.
Se tutte le situazioni potrebbero divenire problematiche, e se e’ vero che il Problem Solver e’ bravo anche a prevenirli i problemi, conoscendone i connotati, beh, dove la troviamo un’altra qualità così ampia ed efficace per la nostra professionalità?
Vi è mai capitato nulla di simile? Mandatemi i vostri casi….

PS: vi tolgo la tentazione di fare gli originali e dirmi che correre col caldo fa male e mi fa delirare :-)

 








One Response to ““se non sei parte della soluzione, sei parte del problema” Eldridge Cleaver”

  1. slimaki jadalne novembre 14, 2014 at 6:43 am #

    Great post. I was checking constantly this blog and I am
    impressed! Extremely useful info speciifically the last part :) I care for such information much.
    I was looking for this certain information for
    a long time. Thank you aand good luck.

Lascia un Commento

Blue Captcha Image
Aggiornare

*